Informativa artigiani innovatori

POR CAMPANIA FESR 2014-2020 Asse Prioritario III – Competitività del sistema produttivo Obiettivo Specifico 3.3 – Consolidamento, modernizzazione e diversificazione dei sistemi produttivi territoriali

 

AVVISO PUBBLICO ARTIGIANI INNOVATORI

Salvaguardare antichi mestieri valorizzandoli con l’arte e l’innovazione

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare domanda di agevolazione le Micro, Piccole e Medie imprese Artigiane che:

  • abbiano sede operativa oggetto dell’intervento nei Comuni ricadenti nell’Area Interna Cilento Interno.

 I comuni interessati sono: Aquara, Bellosguardo, Campora, Cannalonga, Castelcivita, Castelnuovo Cilento, Castel San Lorenzo, Ceraso, Controne, Corleto Monforte, Felitto, Gioi, Laurino, Magliano Vetere, Moio della Civitella, Monteforte Cilento, Novi Velia, Orria, Ottati, Perito, Piaggine, Roccadaspide, Roscigno, Sacco, Salento, Sant’Angelo a Fasanella, Stio, Valle dell’Angelo, Vallo della Lucania.

Per le imprese prive di unità operativa nell’area di cui sopra al momento della domanda al presente Avviso, le stesse devono impegnarsi a possedere detto requisito al momento del primo pagamento dell’aiuto concesso;

  • siano attive ed operanti alla data di pubblicazione dell’avviso;
  • risultino iscritte nell’apposita sezione speciale artigiani del Registro delle Imprese istituita presso la CCIAA territorialmente competente alla data di pubblicazione dell’Avviso.

 

SPESE AMMISSIBILI

I programmi di investimento devono essere congrui e coerenti all’attività svolta, e devono essere finalizzati a sostenere sia forme di artigianato tradizionale che creativo.

Ai fini del consolidamento e dell’ammodernamento delle attività produttive sono ammissibili le seguenti tipologie di intervento anche in chiave di tecnologia di industria 4.0:

  • sviluppo di lavorazioni con utilizzo di nuove tecnologie e nuovi materiali;
  • sviluppo di nuove applicazioni di prodotto e design;
  • innovazioni organizzative tramite l’utilizzo delle TLC, adozione di nuovi metodi che hanno lo scopo di aumentare le prestazioni dell’impresa, migliorandone la produttività e/o riducendone i costi di gestione; adozione di nuove soluzioni cloud computing (ad esempio impianti ed attrezzature per la realizzazione di reti tecnologiche per intranet/internet/extranet, sistemi hardware e software, sistemi e-security, programmi informatici, ecc.);
  • implementazione di azioni di marketing che comportano significativi cambiamenti alla promozione dei prodotti o nelle politiche di prezzo, e-commerce (ad es. product placement, product promotion, ecc.);
  • miglioramento delle performance ambientali aziendali attraverso la riduzione significativa degli impatti delle attività produttive dell’impresa (diminuzione della quantità/pericolosità di emissione/rifiuti, risparmio/efficienza energetica, risparmio idrico) sia a livello di processo sia di prodotto (ad es.: installazione di impianti ed apparecchiature anti inquinamento, impianti e macchinari finalizzati all’introduzione di eco innovazione di prodotto, a favorire l’efficienza ed il risparmio energetico, impianti e macchinari finalizzati alla produzione di energia da fonti rinnovabili, ecc.);

 

Le spese ammissibili sono le seguenti:

1) impianti e macchinari;

2) programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali del proponente, brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi, per la parte in cui sono utilizzati per l’attività del programma con la relativa formazione specialistica;

3) servizi specialistici in tema di ICT, marketing e innovazione, che consentano la risoluzione di problematiche di tipo gestionale, tecnologico, organizzativo e promo-commerciale;

 4) spese finalizzate al miglioramento delle performance ambientali a titolo esemplificativo installazione di impianti ed apparecchiature antinquinamento, impianti e macchinari finalizzati all’introduzione di eco innovazione di prodotto e alla produzione di energia da fonti rinnovabili, ecc.;

5) spese relative alla ristrutturazione della sede operativa strettamente necessarie e funzionali allo svolgimento dell’attività di impresa nella misura massima del 10% del programma di spesa; nel caso di locali non di proprietà sarà necessario la presentazione di un contratto di locazione che giustifichi le spese di ristrutturazione;

 

Il programma di investimento proposto deve essere avviato successivamente alla presentazione della domanda e deve essere realizzato entro 9 mesi dalla notifica del provvedimento di concessione.

 

Il beneficiario dovrà utilizzare conto corrente bancario dedicato/vincolato alla gestione dei movimenti finanziari afferenti alla realizzazione del progetto sia per effettuare i pagamenti che per ricevere il relativo contributo

Contributo

importo minimo di 30.000,00 €  e  importo massimo di 70.000,00 €.

Le spese ammissibili si intendono al netto dell’IVA.

Con un contributo a fondo perduto fino a 49.000 euro e  max il 70% delle spese ammissibili.

Invio domanda

La domanda di agevolazione si può presentare a partire dalle ore 12:00 del giorno 07 marzo 2022 ed entro le ore 12 del 30° giorno a decorrere da tale data.

Vieni a trovarci in sede, siamo in via San Sebastiano a Sala Consilina presso la Banca Monte Pruno.

Contatti

Telefono

+39 0975 52 72 77

Email

vallodidiano@impresealcentro.it

Indirizzo

Via San Sebastiano, Sala Consilina (SA)

Privacy Policy