Innovazione e Coesione Territoriale

Al fine di sostenere gli investimenti produttivi ad alto contenuto tecnologico, nel quadro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, e in particolare delle missioni strategiche relative all’innovazione e alla coesione sociale e territoriale, sono attribuiti 250 milioni l’anno per ciascuno degli anni dal 2021 al 2023.

BENEFICIARI

Imprese che soddisfino i seguenti requisiti:

  1. i) si trovano in situazione di regolarità contributiva e fiscale;
  2. ii) si trovano in regola con le disposizioni vigenti in materia di antimafia, edilizia e urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell’ambiente;

iii) non rientrano tra le società che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti ritenuti illegali o incompatibili dalla Commissione europea;

  1. iv) non si trovano nelle condizioni ostative di cui all’articolo 67 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159;
  2. v) nei confronti degli amministratori, dei soci e dei titolari effettivi non è intervenuta condanna definitiva, negli ultimi cinque anni, per reati commessi in violazione delle norme per la repressione dell’evasione in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto nei casi in cui sia stata applicata la pena accessoria di cui all’articolo 12, comma 2, del decreto legislativo 10 marzo 2000, n.74;

INVESTIMENTI AMMISSIBILI

Investimenti, che perseguano l’obiettivo di sostenere gli investimenti produttivi ad alto contenuto tecnologico, nel quadro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

BENI AMMISSIBILI

Macchinari, impianti e attrezzature produttive

AGEVOLAZIONE

Contributo a fondo perduto pari al 40% dell’ammontare complessivo di ciascun investimento.

Cumulabili con altri incentivi e sostegni previsti dalla normativa vigente, nei limiti disposti dalla medesima normativa e nel limite massimo del 50% di ciascun investimento.

PROCEDURA

INVITALIA provvedera a:

  1. a) predisporre e rendere disponibile sul proprio sito internet istituzionale un modello uniforme per la presentazione delle istanze di ammissione al contributo da parte delle imprese;
  2. b) verificare, sulla base della documentazione prodotta dalle imprese istanti, che gli investimenti proposti per il contributo sono ad alto contenuto tecnologico e hanno effetti positivi sulla coesione sociale, con particolare riferimento all’occupazione e all’indotto, e territoriale, nonché, anche in raccordo con le Amministrazioni e i soggetti competenti per materia, che le imprese istanti possono beneficiare delle agevolazioni e dei sostegni ulteriori rispetto al contributo di cui al presente articolo ed i relativi limiti;
  3. c) verificare che le imprese siano ammissibili.

Le domande saranno soddisfatte in ordine cronologico nei limiti dei fondi disponibili.

Il contributo è erogato, entro il 2026, anche in più rate annuali, in relazione allo stato di avanzamento dell’investimento autocertificato dall’impresa ammessa al beneficio e rendicontato

Vieni a trovarci in sede, siamo in via San Sebastiano a Sala Consilina presso la Banca Monte Pruno.

Contatti

Telefono

+39 0975 52 72 77

Email

vallodidiano@impresealcentro.it

Indirizzo

Via San Sebastiano, Sala Consilina (SA)

Privacy Policy